ViviBanca_fb_A4-04

La cessione del quinto dello stipendio è un prestito non finalizzato, l'importo ricevuto può essere utilizzato per qualsiasi motivo e senza alcuna giustificazione di spesa, questa tipologia di finanziamento è a firma singola, senza coobbligati e rappresenta una soluzione efficace e idonea a rispondere alle necessità della famiglia.

E’ un prodotto di prestito dedicato esclusivamente ai lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato, Statali, Pubblici, dipendenti di aziende Private e anche Pensionati.

Possono accedere alla Cessione del Quinto anche coloro che hanno in corso altri tipi di prestito o che hanno avuto disguidi bancari, segnalazioni in banca dati, ritardi di pagamento, anche in presenza di protesti e pignoramenti.

Chi ha già in corso una Cessione del Quinto può rinnovarla prima della scadenza,in questo caso vengono recuperati gli interessi non maturati . Il nostro Istituto provvederà a richiedere il conteggio di estinzione del finanziamento in corso e a liquidare la controparte finanziaria. 

La Cessione si distingue dal più tradizionale prestito personale anche per la modalità di rimborso: la rata, che non può superare il 20% dell’importo dello stipendio netto o della pensione (fatto salvo il trattamento minimo), viene trattenuta dalla busta paga o dal cedolino pensione direttamente dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico che provvedono a versarla all’intermediario finanziario.

La cessione del V è coperta per legge da specifiche polizze assicurative: rischio vita e rischio impiego , il rischio vita tutela il cliente ed i suoi eredi in caso di premorienza, il rischio impiego nell'eventualità della perdita del lavoro per cause non dipendenti dalla sua volontà.

L'assicurazione prevista per legge contro il rischio vita ed i rischi diversi da impiego del cliente viene assunta da una compagnia assicurativa convenzionata, il premio è compreso nella rata mensile

Il prestito tramite cessione del quinto dello stipendio è rivolto a tutte le categorie di lavoratori, siano essi statali, pubblici o privati, come previsto dalle disciplina originaria del 1950 (la 180/1950) e, a seguito delle ultime disposizioni legislative in materia, è divenuto un diritto anche per i pensionati INPDAP, INPS, IPOST ed ENPALS e di altri enti previdenziali.

Il tasso e la rata sono fissi e rimangono costanti, pertanto non variano per tutto il periodo dell’ammortamento;

  • La rata massima cedibile non può superare il 20% dello stipendio netto o della pensione;

  • Può essere rimborsata per un periodo che va da 24 a 120 mesi;

  • Permette di ottenere fino a 75.000 euro;

  • La rata viene pagata direttamente dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico;
    Può essere estinto in qualsiasi momento;

  • La rata comprende tutti i costi accessori, i costi assicurativi per rischio vita ed impiego, la quota capitale e la quota interessi.

I vantaggi
  • Firma Singola.

  • basta la tua busta paga o il cedolino della pensione.

  • non è richiesta nessuna motivazione sulla destinazione del finanziamento.

  • la rata è trattenuta direttamente dalla busta paga o dalla pensione.

  • il tasso è alle migliori condizioni di mercato e si può scegliere la durata e la rata che si desidera rimborsare.

  • è prevista una copertura assicurativa del credito che interviene in caso di decesso o perdita involontaria dell'impiego.

  • puoi richiederlo anche se hai avuto segnalazioni in banca dati e/o protesti .

  • puoi ottenerlo anche se hai altri prestiti in corso.

Facile, sicuro e conveniente !

Richiedi una consulenza oppure un preventivo senza impegno anche a domicilio

 

Fai la richiesta

[]
1 Step 1
Privacy
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right